• Coming Soon...

Il Blog di Lucy

Growing Pavilion, un edificio fatto di funghi

Amiamo le persone e le aziende che capitalizzano le loro capacità per trovare soluzioni semplicemente migliori rispetto alle tradizionali.

I pionieri che hanno lavorato alla realizzazione di questo progetto, lo hanno fatto con l’intento e la consapevolezza di alzare il livello qualitativo della discussione, sfidando il mondo del design e delle costruzioni ad andare oltre, fare nuovi passi in direzione di soluzioni migliori, più intelligenti, originali, salutari e belle di ciò che già conosciamo.

Growing Pavilion

Il Growing Pavilion, una struttura presentata alla Dutch Design Week ad Eindhoven, è un inno alla natura perché è stata realizzata per intero con materiali cresciuti sulla terra. Il telaio della struttura è in legno, il pavimento è stato ottenuto a partire da una pianta, la stiancia, il tetto è fatto in cotone e le panche di paglia di riso.

Le pareti sono state realizzate sfruttando il micelio ossia l’apparato vegetativo dei funghi. La crescita del micelio è avvenuta, in una sola settimana, su stampi riempiti con un substrato di canapa. Infine i pannelli con il micelio sono stati cotti per ottenere un materiale rigido e impedire l’ulteriore crescita dei funghi, che infine sono stati rifiniti e protetti applicandovi una vernice biologica.

Durante il processo di crescita il micelio ha assorbito il doppio del suo peso in CO2. A differenza dei comuni materiali da costruzione la cui realizzazione produce CO2, questo materiale la cattura e conserva.

Il futuro dei materiali da costruzione: materiali bio-based per edifici più salutari per noi e l’ambiente

Attualmente si stima che venga utilizzata giornalmente la stessa quantità di materiali fossili che la Terra è in grado di produrre in 1000 anni. Questo vuol dire che presto le materie prime che utilizziamo non saranno più disponibili.

Occorre trovare una soluzione.

Nel campo dell’edilizia la bioedilizia sembra essere il prossimo step. Produrre a partire da materiali che crescono in natura o dagli scarti dei materiali coltivati dalle aziende agricole, sembra essere la soluzione migliore. Trasformare questi scarti in risorse per ottenere dei materiali più sostenibili è sicuramente una soluzione brillante ed intelligente. Piante come la canapa e la stiancia innalzano il livello del suolo grazie al loro apparato radicale, combattendone l’abbassamento, ed inoltre catturano la CO2 durante il loro ciclo di vita.

Attualmente una casa tradizionale viene costruita sfruttando materiali che rilasciano formaldeide, un gas tossico che usiamo nelle pitture, nei pavimenti, nel legno e nei muri. Inoltre sono ben coibentate. Si stima di conseguenza che l’aria che respiriamo in casa sia 2-3 volte più inquinata di quella che si respira in città.

I biomateriali invece respirano, perché isolano ma non trattengono. Per questo sono semplicemente delle soluzioni migliori da tutti i punti di vista. Sono efficienti, salutari e proprio belli. Ci sembra che mimino meglio le qualità estetica della natura. E un ambiente che rispecchia l’estetica della natura è sicuramente un ambiente che migliora il nostro benessere.

Bibliografia

Fast Company

Company New Heroes

Credit foto copertina Company new Heroes

LOVE IT. SHARE IT.

bioedilizia, biomateriali, edificio di micelio, growing pavilion

Be Kind,
Be Creative,
Be Beautiful.

Lucy In The Box -  All rights Reserved 2018 Privacy Policy Cookie Policy