Mangiare i fiori: quali, come e perché. Più tre ricette golosissime

Belli, ricchi di nutrienti e con tanti sapori differenti.

Scopriamo quali fiori utilizzare e come abbinarli sulla base del loro sapore.

Perché consumarli

I fiori eduli, dal punto di vista nutrizionale, sono poverissimi di grassi e ricchi di sostanze nutritive come minerali, vitamine e antiossidanti.

Gusto e abbinamenti

Fiori dal Sapore dolce da aggiungere a dolci, torte e biscotti

Angelica:

Ha un sapore che ricorda la liquirizia, ottima nei dolci al cucchiaio.

Bella di giorno:

Buona oltre che nei dolci anche nelle insalate e in pinzimonio.

Camomilla:

Conosciuta soprattutto negli infusi, da non sottovalutare nei dolci!

Garofano:

Oltre che nei biscotti e nei dolci, da provare anche nel risotto.

Gelsomino:

indicato nella preparazione di dolci, da provare anche negli infusi.

Geranio:

Con questo fiore si possono preparare marmellate, semifreddi, sorbetti, vini e liquori.

Menta:

I fiori sanno effettivamente di menta. Buoni per la preparazione di semifreddi, gelati e sorbetti. Si possono utilizzare per aromatizzare le bevande rinfrescanti.

Rosa:

I fiori sono utilizzati oltre che nella preparazione di dolci, anche per marmellate, sciroppi, liquori e cocktail. Da provare assolutamente anche nelle insalate e nel risotto. Hanno un sapore piuttosto deciso.  

Viola:

Ricorda un po’ la menta. Il fiore si può utilizzare per aromatizzare gelati, gelatine, confetture ma anche bibite. Buono anche nelle insalate.  

Altri fiori dolci sono quelli di finocchio, di agrumi, il trifoglio e l’ibisco.

Fiori dal sapore piccante e pepato

Calendula:

Buona nella pasta, nei risotti o inserita nelle zuppe e nei minestroni.

Crisantemo:

Buoni fritti in pastella, colorati e belli da vedere come elementi decorativi.

Nasturzio:

Buoni nelle insalate, zuppe, salse ma anche nelle bevande e nei dolci.

Rucola:

Piccoli ma dal sopore più intenso delle foglie, usatelo nelle insalate.

Ravanello:

Usatelo nelle insalate.

Lilla:

Si presta alla preparazione di piatti dolci e per decorare.

Fiori Aciduli

Begonia e Verbena odorosa:

Ricordano il sapore del limone, anche se la begonia in maniera più marcata. La begonia si presta alla preparazione di gelati, sorbetti e macedonie.

Fiori da usare nella preparazione di insalate

Borragine:

Ha un sapore che ricorda il cetriolo.

Basilico:

I fiori bianchi hanno un sapore più delicato rispetto a quello delle foglie.

Tarassaco:

Dal sapore amarognolo possono essere aggiunti anche ai risotti.

Salvia:

Ha un sapore simile a quello delle sue foglie, ma più delicato.

Per le insalate si possono utilizzare anche allium, aneto, coriandolo, fiordaliso, fiori di zucca, girasole e gladiolo.

Tre ricetta golosissime

1. Crostata di mirtilli con base di noci e cioccolato da abbinare ai fiori che preferite

Dal blog Flowers in the salad 🙂

Ingredienti

Per il ripieno di mirtilli

300 g di mirtilli congelati o freschi

250 g di latte intero di cocco, la parte solida

250 g di latte d’avena

80 g di sciroppo d’acero (1/3 di tazza)

2 cucchiai di amido di mais

3 cucchiaini di Agar-Agar

1 cucchiaino di estratto di vaniglia

Per la base di noci e cioccolato

300 g di noci

100 g di fiocchi d’avena senza glutine se si preferisce

8 datteri soffici di medjool

4 cucchiai di olio di cocco fuso

3 cucchiai di polvere di cacao

1/2 cucchiaino di sale

Procedimento

Preriscalda il forno a 170 ° C. Preparare una tortiera (da 25cm).

Per la base di noci e cioccolato, versa tutti gli ingredienti in un frullatore e mescola fino ad ottenere una miscela simile alla sabbia. Quando la premi tra le dita dovrebbe rimanere compatta. Altrimenti aggiungi 1 cucchiaio di olio di cocco o del latte d’avena.

Pressa saldamente l’impasto sulla teglia per crostata, anche lungo il bordo. Cuoci in forno preriscaldato per 23-25 ​​minuti. Lascia raffreddare completamente.

Per la crema, metti tutti gli ingredienti in una pentola fino ad ebollizione. Dopo cuoci a fuoco lento per alcuni minuti fino a quando il liquido si addensa leggermente. Versa tutto in un frullatore e mescola finemente. Setaccia. Versa sulla base e fai raffreddare per 30 minuti a temperatura ambiente. Conserva in frigorifero per 7-8 ore.

Prima di servire guarnisci con i petali dei fiori che più preferisci. Mangia la crostata quando è fredda.

2. Cheesecake al pistacchio e petali di rose

Dal Blog Chalk Board Mag 🙂

La ricetta utilizza la cup (tazza) come unità di misura. Il modo più semplice per realizzarla è trovare nella vostra dispensa una tazza che contenga in totale 120 g di farina! Una volta identificata, potrete usarla per fare tutte le misurazioni sulla base delle indicazioni della ricetta.

In questo modo potrete riprodurre con semplicità non solo questa ricetta, ma qualsiasi altra ricetta americana troviate in giro.

Ingredienti

Per l’impasto:

1 tazza di pistacchi, sgusciati

1 tazza di datteri di medjool, privati del nocciolo

un pizzico di sale marino (se non si usano pistacchi salati)

Per il ripieno:

1 tazza di anacardi, messi in ammollo in acqua filtrata per una notte in frigo

 ½ tazza di pistacchi, sgusciati

⅓ tazza di sciroppo d’acero,

1/4 tazza di spinaci freschi

2 cucchiaini di acqua di rose

1 cucchiaino di estratto di vaniglia

⅓ tazza di acqua filtrata

⅓ tazza di olio di cocco, fuso

Per guarnire:

 3/4 tazza di lamponi freschi

1 tazza di pistacchi, tritati grossolanamente

petali di rosa di colore rosa, secchi o freschi

Procedimento

Utilizza una teglia da 15-16 cm.

Inserisci tutti gli ingredienti della base in un robot da cucina. Trita fino a raggiungere la consistenza desiderata. Meglio una trama più fine rispetto a una grossa. Prendi un po’ di imposto e pressalo tra le mani. Se gli ingredienti tengono insieme, l’imposto è perfetto. In caso contrario, lavoralo con le mani fino a quando il composto non si amalgama. Versa l’impasto nella teglia e premi con decisione, assicurandoti che i bordi siano ben pressati e che la base sia relativamente uniforme.

Se l’olio di cocco è solido a temperatura ambiente, scaldalo a fuoco basso. Misura la quantità di olio di cocco quando sarà liquido.

Frulla tutti gli ingredienti necessari per il ripieno fino a quando non formeranno un composto molto liscio. Potrebbero volerci un paio di minuti. Assaggia il ripieno, se lo desideri più dolce aggiungi lo sciroppo d’acero o l’acqua di rose a piacere.

Disponi i lamponi sulla base e poi versa il ripieno. Metti in congelatore per almeno 3-4 ore o tutta la notte.

Tirala fuori dal congelatore 30 minuti prima di mangiarla.

Aggiungi su ciascun pezzo un petalo di rosa nella parte superiore e alcuni pistacchi tritati grossolanamente.

3. Risotto al Radicchio e Petali di Rosa

Dal Blog di La cucina sostenibile – Viversano e antispreco – Food Blog di Mara Toscani, riportiamo gli ingredienti, se vi piacciono, qui il procedimento.

Ingredienti

Per il risotto

200 g Riso Carnaroli (o Arborio)

30 g Petali di rosa essiccati (Reperibili nei negozi bio)

1 cespo Radicchio

1 Scalogno

1/2 bicchiere Vino bianco

q.b. Olio extravergine d’oliva (o margarina)

q.b. Sale

q.b. Pepe rosa

Per il brodo antispreco

Parte verde di un porro

Bucce di carota

Foglie di sedano

Sale

Nota: alcuni supermercati vendono i fiori già pronti da gustare. Meglio non consumare i fiori comprati dal fioraio, perché potrebbero essere stati trattati con vari agenti chimici e nemmeno quelli presenti per strada o nei giardini. Se avete la possibilità e lo spazio, coltivarli in vasi o in giardino potrebbe essere la soluzione più facile ed economica. Se invece volete provare a raccogliere i fiori che crescono spontanei in campagna, fate molta attenzione! Ve lo sconsigliamo se non siete esperti, perché esistono anche dei fiori tossici e velenosi in grado di provocare la morte, quindi in questo caso è essenziale conoscerli e saperli riconoscere. La parte edibile sono i petali, quindi si raccomanda di rimuovere pistilli e gambi prima di consumarli.

Se vi è piaciuto l’articolo e volete ritrovarlo aggiungetelo al vostro pinterest:

Bibliografia

Tutto Green

Blog giallo zafferano

Flowersinthesalad

Thechalkboardmag

Cure Naturali

GreenMe

Giallo Zafferano

Il giornale del cibo

Vegolosi

AmbienteBio

StileNaturale

Photo by Augustine Fou on Unsplash

Photo by Amy Shamblen on Unsplash

come consumare fiori, dolce con fiori, fiori edibili, guida mangiare fiori, quali fiori si possono mangiare, ricette con fiori

Lascia un commento

Privacy Policy Cookie Policy
Puoi pagare con carta di credito o con il tuo account Paypal.
LUCY IN THE BOX DI CHIARA INTERLANDI 
VIA SANTA MARIA 13 - CARRARA MS 54033 - P.IVA 01410280455 - EMAIL: INFO@LUCYINTHEBOX.COM - TEL: +3905851886755
 ALL RIGHTS RESERVED 2020