• Coming Soon...

Il Blog di Lucy

Sull’isola di Java, un approccio “naturale” per ripristinare le coste erose

Gli abitanti di alcuni villaggi dell’isola vogliono ripristinare le foreste di mangrovie, che un tempo proteggevano le coste e le loro case dall’avanzamento del mare.

Java e le Mangrovie

L’Indonesia è un arcipelago di circa 18 000 isole. E’ il quarto paese più popoloso al mondo e Java è la sua isola più densamente popolata.

Java ha perso circa il 70% delle sue mangrovie che nel tempo sono state soppiantate da acquacolture e attività economiche varie.

Le località che più hanno sofferto questa situazione sono state le zone del nord di Java e in particolare il villaggio Timbulsloko e i villaggi adiacenti a Demak.

Perché?

Dove fino a dieci anni prima le foreste di mangrovie proteggevano le coste dell’isola, gli abitanti del luogo decisero di costruire allevamenti di gamberi e molluschi.

I villaggi, che prima vivevano di pesca e agricoltura, lentamente cambiarono volto. Così, per decisione dell’uomo, in quei luoghi l’acquacoltura sostituì i terreni coltivati e le foreste di mangrovie.

Le coste, in questo modo, spogliate dei loro alberi, divennero vulnerabili alle onde del mare che lentamente le erose e degradò.

Per questo nel 2013 nel villaggio di Timbulsloko si registrò un avanzamento delle acque del mare pari a oltre un miglio. Nello stesso momento alcuni villaggi limitrofi a Demak vennero pesantemente sommersi.

In quegli anni molte persone persero le loro case.

Foreste di Mangrovie

Le mangrovie sono alberi o arbusti appartenenti a diversi generi. Formano degli habitat, variamente strutturati, sulle sponde delle lagune, lungo gli estuari dei grandi fiumi o sui litorali bassi delle coste marine tropicali.

La loro principale caratteristica è la capacità di crescere con le radici immerse nell’acqua salata e nel fango e di resistere al moto ondoso del mare.

Offrono cibo e materie prime all’uomo, ristoro e protezione a piccoli pesci e altri abitanti del mare. Inoltre proteggono la terraferma da tsunami ed erosione e purificano l’acqua inquinata.

Alcuni ricercatori hanno calcolato il valore delle foreste di mangrovie, in termini di servizi offerti dall’ecosistema, in 194.000 $ per ettaro. Moltiplicando questo valore per la loro estensione globale, valgono 2,7 bilioni l’anno.

Sono importanti nella lotta al cambiamento climatico, alcuni studi infatti hanno dimostrato che, le foreste di mangrovie, possono immagazzinare 4 volte più carbonio delle foreste pluviali. L’IPCC (Intergovernmental Panel on Climate Change) ha calcolato che un ettaro di mangrovie di solito sequestra 2,8 tonnellate di CO2 dall’atmosfera ogni anno. Quindi, si stima che globalmente, le foreste di mangrovie, trattengano più di 100 tonnellate .

Soluzione attuata

Per combattere l’erosione delle terre del nord dell’isola di Java, la ONG olandese Wetlands International, ha elaborato la versione “tropicale” di una tecnica utilizzata nei Paesi Bassi. Questa tecnica nasce per la cattura del sedimento nelle paludi salate lungo le rive del Mare del Nord.

L’organizzazione ha collaborando con gli abitanti del luogo per ergere delle strutture temporanee costituite da pali di bambù, in parte immersi nell’acqua, e da vegetazione tipica del sottobosco, inserita a riempire lo spazio presente tra le canne.

Scopo di queste strutture è rallentare le onde del Mare di Giava in modo da consentire alle particelle di sedimento presenti nell’acqua di depositarsi sulla porzione di terreno esposta.

La speranza è che il nuovo sedimento possa divenire un substrato per i semi delle mangrovie. Queste, una volta ricresciute, secondo le previsioni elaborate, dovrebbero raccogliere ulteriore sedimento, ristabilendo l’habitat in precedenza distrutto dall’uomo.

La Wetlands International chiama il suo approccio “costruire con la natura”, perché sfrutta la forza della natura stessa per risolvere determinati problemi ambientali.

Gli ultimi dati riportano che l’erosione delle coste è stata fermata. Dunque non resta che aspettare per verificare se il piano avrà successo per intero.

Intanto il governo indonesiano è rimasto piacevolmente impressionato dal tipo di approccio utilizzato, per questo ha deciso di studiare delle varianti da sperimentare su coste sabbiose, sponde dei fiumi, barriere coralline e persino sulla capitale Jakarta.

Bibliografia

Yale Edu

Mongabay

Mongabay

YouTube

Linkiesta

LOVE IT. SHARE IT.

bosco di mangrovie, isola di java mangrovie, mangrovie

Be Kind,
Be Creative,
Be Beautiful.

Lucy In The Box -  All rights Reserved 2018 Privacy Policy Cookie Policy